Progetti in corso

Progetti in corso:

Una nuova stagione per l’UC 1945/2020

Nell’ultimo triennio l’Unione culturale “Franco Antonicelli” (UC) ha rilanciato, grazie al contributo della Fondazione CRT e al cofinanziamento della Regione Piemonte, le attività nella sede storica di Palazzo Carignano, puntando su tre ambiti che hanno caratterizzato i momenti salienti della sua storia: il cinema, la musica e il teatro. Due i punti di riferimento di questo processo: da un lato valorizzare i momenti più significativi della storia dell’UC che, in particolare nel Dopoguerra e nella svolta tra anni Sessanta e Settanta, ha sperimentato proposte e dato spazio a figure di rilievo nazionale e internazionale; d’altro lato, articolare questo sguardo sul passato non come mera rievocazione ma piuttosto come una traslazione di quello spirito di avanguardia nel presente, per applicarlo a contesti nuovi e fecondi.

Fadini

Stagioni spettacolari. Edoardo Fadini e gli archivi dello spettacolo nel XX secolo 

Edoardo Fadini (1928-2013), vicepresidente e animatore dell’UC dal 1966 all’inizio degli anni Settanta, va il merito indiscutibile di aver fatto di Torino un laboratorio della controcultura del Novecento. Ispirandosi al lavoro di Fadini – che come critico si occupò prevalentemente di teatro e specialmente del così detto “teatro di contraddizione” ma da organizzatore lavorò con ogni sorta di artisti, musicisti, filmmaker, etc. – il progetto intende operare su di una concezione ampia dell’arte teatrale che include varie forme di esibizione, da quelle poetiche a quelle cinematografiche (si pensi alle rassegne di cinema concepite da Fadini a Torino in un’epoca in cui la pellicola di formato ridotto, prima, e il video poi davano luogo a vere e proprie performance). Tra il 2020 e il 2021 verrà avviata una ricognizione complessiva dei materiali conservati nell’archivio della Famiglia Fadini; presso il Teatro Stabile; nell’archivio storico dell’Unione Culturale; presso il CSC-Archivio del cinema d’impresa di Ivrea; presso altri enti partecipanti del Polo del ’900 che conservano o gestiscono archivi teatrali quali in particolare Ismel, Istituto Gramsci, Centro Salvemini, Fondazione Donat-Cattin, Fondazione Vera Nocentini. Tra il 2021 e il 2022 si prevede la creazione di una mostra multimediale dall’allestimento diffuso in vari luoghi cittadini.
Foto fb

Living room

Dal 2018, “Living room” è un ciclo di concerti curato dalla socia UC Carlotta Del Giudice. Il progetto guarda con particolare attenzione alla scena underground e indipendente, nazionale e internazionale, selezionando progetti di ricerca che si muovono tra la sperimentazione musicale e la performance art, spaziando tra la musica concreta, la psichedelica elettro-folk e la synthpunk. Il nome Living Room evoca un luogo ospitale (per gli artisti invitati) e rilassato (per il pubblico) ma anche la vitalità di uno spazio in cui si osano proposte d’avanguardia, come nella tradizione dell’UC e di un luogo che negli anni Sessanta e Settanta ospitò ripetutamente i protagonisti del Nuovo Teatro e della musica elettronica nascente in quell’epoca. Alla data del febbraio 2020 – dopo la quale il ciclo è stato interrotto a causa dell’emergenza sanitaria – sono stati realizzati venti concerti dal vivo cui hanno partecipato decine di artisti italiani e internazionali, dalla Francia alla Gran Bretagna, dagli Stati Uniti al Giappone. Dall’ottobre 2020, la programmazione è ripresa nel rispetto delle norme per il contenimento del COVID19.

letture 1 carré

Letture tendenziose

Alla chiusura dei nostri spazi come conseguenza dell’emergenza sanitaria 2020, abbiamo deciso di reagire diffondendo sul nostro sito e sui nostri canali Youtube, Facebook, Instagram e tramite newsletter una serie di clip settimanali intitolata “letture tendenziose” in omaggio al titolo di un celebre discorso di Franco Antonicelli ai portuali livornesi. Si è trattato di un percorso di letture, idee, immagini legate 1) alla nostra storia o 2) “in sintonia con il presente”, come avrebbe scritto Antonicelli. Inizialmente, il progetto avrebbe dovuto accompagnarci di settimana in settimana verso l’11 giugno 2020, 75° anniversario dell’Uc. L’interesse riscosso e la nostra voglia di proseguire con sempre nuovi stimoli, letture e proposte, ci ha spinto a decidere di proseguire la serie di clip anche nel corso della stagione 2020/2021 soprattutto per quanto riguarda i materiali provenienti dal nostro archivio che troveranno, tramite le “letture tendenziose”, una nuova e più ampia forma di valorizzazione pubblica.

Enne parità carré

Enne – il magazine del Polo del ‘900

Su iniziativa dell’Unione culturale Franco Antonicelli, il Polo del ‘900 ha avviato nel 2019 la pubblicazione di N (enne) il magazine del Polo del ‘900, un magazine cartaceo che in ogni suo numero tematico e monografico riflette su categorie ed esperienze della storia del XX secolo aprendosi al presente e tentando di prefigurare il futuro. (N) Enne, come Novecento, o come gli altrettanti motivi che ne hanno ispirato la nascita e ne orienteranno lo sviluppo: per esempio, far conoscere i fondi bibliotecari e archivistici del Polo, lasciar traccia delle sue attività didattiche ed espositive, proporsi come uno strumento di divulgazione storica e politica rivolto a cittadinanza, insegnanti, studenti.