Le letture tendenziose di Franco Antonicelli

Cover-FB-letture-tendenziose-2

Sabato 16 ottobre alle 21

Unione culturale Franco Antonicelli

via Cesare Battisti 4b Torino

Il 15 ottobre 1967 Franco Antonicelli inaugurò la Biblioteca dei Portuali di Livorno con un discorso in cui affermava: «Cercate sempre i libri che tormentano, cioè che vi conducono avanti, i libri che vi gettano lo scrupolo di coscienza, i libri non di fede accertata ma di fede incerta». A partire dalle parole pronunciate quel giorno, e ritrascritte a cura di Franco Contorbia negli anni Ottanta, il volumetto intitolato Le letture tendenziose («vi ho suggerito letture tendenziose perché chi legge deve leggere con uno scopo») ha fatto una lunga strada. Ora è ripubblicato nella Piccola Biblioteca Morale diretta da Goffredo Fofi per le edizioni e/o (pp. 96, euro 8, con un saggio del 1984 di Norberto Bobbio).

Il dialogo attorno a questa riedizione è inserito nel programma del Salone Off.

Per presentarlo intervengono: Goffredo FofiBruno Quaranta. Introducono: Alessio Bottai (Archivista del Centro Studi Piero Gobetti), Claudio Panella (Università di Torino/Unione culturale Franco Antonicelli). Letture di Marco Gobetti.

Dalla recensione di Franco Marcoaldi su Robinson – La Repubblica, 18 luglio 2021:

Bobbio scrive che [la passione per la lettura e la condivisione della stessa] per Antonicelli si tratta di un modo tra i tanti «di dare il proprio contributo disinteressato a formare quella società invisibile dell’intelligenza, la cui presenza, pur nella sua fragilità, rende più tollerabile la vita». Ed esiste forse via migliore della lettura per raggiungere tale intento? Per conoscere altri mondi? Per conquistare un’indipendenza di giudizio capace di contemplare anche una sana autocritica? continua a leggere…

Per prenotare un posto alla serata: unioneculturale@gmail.com

(è richiesta la Certificazione verde COVID-19 in forma cartacea o su smartphone).

No Replies to "Le letture tendenziose di Franco Antonicelli"

    Leave a reply

    Your email address will not be published.